Vai al contenuto

Federica Prinelli

Siamo spiacenti, questa pagina è in manutenzione. Il profilo ricercato completo è disponibile qui: federica.prinelli



Prinelli F. ha conseguito il titolo di Dottore ri Ricerca in Nutrizione Sperimentale e Clinica (Epidemiologia Nutrizionale), Scuola di Dottorato in Scienze Biochimiche, Nutrizionali e Metaboliche nel 2015 e si è laureata in Alimentazione e Nutrizione Umana (Epidemiologia Nutrizionale) nel 2011, presso l'Università degli studi di Milano. Prinelli F. lavora presso l'ITB dal 2008 ed è ricercatrice dal 2019 dove svolge attività di ricerca in ambito epidemiologico. Si occupa principalmente della progettazione, pianificazione e conduzione di studi epidemiologici osservazionali e d'intervento; della stesura di protocolli di studio e rapporti tecnici; della gestione e analisi statistica dei dati attraverso l'impiego di strumenti di calcolo automatico avanzati; e divulgazione dei risultati. Le principali linee di ricerca comprendono: I) descrizione ed individuazione dei determinanti clinici, metabolici, ambientali e stili di vita coinvolti nella patogenesi delle malattie croniche (obesità, sindrome metabolica, tumori, malattie cardiovascolari e neurodegenerative), respiratorie, invecchiamento cerebrale e mortalità; II) sviluppo e valutazione dell'appropriatezza e dell'efficacia di strategie di prevenzione e di intervento attraverso l'utilizzo di ICT (eHealth) nelle diverse fasce d'età; III) utilizzo delle fonti informative sanitarie correnti finalizzato alla pianificazione e conduzione di studi di incidenza e mortalità; iv) metodologia della ricerca in epidemiologia nutrizionale, con particolare riferimento agli effetti della dieta nelle malattie cronico-degenerative e mortalità. Prinelli F. è PI del progetto NutBrain (Ricerca finalizzata GR 2016-02361730), Capofila Italiano del progetto Europeo PROMED-COG (GA N° 696295 of the EU Horizon 2020 Research and Innovation Programme) e CO-PI del progetto di ricerca EPICOVID19.

Aree di interesse

Epidemiologia, nutrizione, sanità pubblica, malattie croniche e respiratorie, invecchiamento cerebrale